Guestbook
colyayanikolaev
Купить и дрессировать щенка немецкой овчарки в Саратове. [url=http://kin.abc64.ru/]Дрессир...
Giovedì 14 Novembre 2019
Ospite
Ciao Rob! Speriam presto per una nuova collaborazione. Il 2011 è stato un anno incasinato...
Lunedì 16 Aprile 2012
Ospite
Un saluto ragazzi! :)E' un piacere ritrovarvi in salute.A quando una nuova collaborazione?...
Giovedì 05 Aprile 2012
Info Visitatore
IP: 100.24.115.253
Nazione:  Your Country Flag
Sistema Operativo: UNKNOWN
Browser: Ccbot 2.0
JavaScript:
Visitatori
mod_vvisit_counterOggi1187
mod_vvisit_counterIeri1052
mod_vvisit_counterQuesta Settimana7526
mod_vvisit_counterUltima Settimana5908
mod_vvisit_counterQuesto Mese16665
mod_vvisit_counterUltimo Mese42631
mod_vvisit_counterTotale1737199

Visitatori Online: 24
19:00 14-11-2019
Home Spettacoli [Artisticamente]

[Artisticamente] Libere riflessioni sull'uomo

Testo e Regia: Fabio Pellicori.

Coreografie: Giulia Lo Prete.

Con: Fabio Pellicori e il corpo di ballo

Voce di Tiresia: Dario De Luca.

Tecnica utilizzata: teatro e danza.

Durata minuti: 60.

Scheda tecnica

 

Una riflessione sull’uomo, dalle sue origini ad oggi, che parte da un presupposto: all’inizio l’Africa era al centro del mondo, ora invece… sono passati 200 mila anni. E forse, l’uomo, resosi conto delle sue origini, ha deciso di riportare l’Africa ai suoi antichi fasti. Per farlo ha organizzato lì, nel 2010, un evento storico,irripetibile: i mondiali di calcio…Ma com’era l’uomo duecento mila anni fa? Sicuramente, simile a una scimmia, a differenza di oggi. Ma ne siamo proprio sicuri?Com’è oggi l’uomo? Inizia così la nostra riflessione sull’ uomo attraverso il teatro e la danza, con tratti tragici e comici, che si mescolano al linguaggio del corpo. Il tutto per capire, o meglio, cercare di capire, come è l’uomo, come vive l’amore. Un viaggio interiore, ma al tempo stesso comune a tutti gli uomini…. La storia dell’uomo, artisticamente parlando è un mix di sensazioni, corpi, gag, alla ricerca di come l’uomo si sia evoluto in duecento mila anni di storia: siamo davvero così diversi dalle scimmie?

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 28 Gennaio 2019 16:43 )

News
In scena attori speciali per abbattere i pregiudizi

CASTROVILLARI – Tornano in scena i ragazzi del centro diurno di salute mentale della città di Castrovillari, accompagnati da volontari e musicisti. “Non ho paura del lupo cattivo” è il titolo dello spettacolo che stasera, alle ore 20.30, nel teatro Sybaris della città li vedrà protagonisti su un testo scritto dal dottor Raffaele Bellizzi e dai ragazzi del centro. Il laboratorio teatrale, condotto da Fabio Pellicori, è un vero e proprio strumento terapeutico e di riabilitazione, capace di sviluppare e potenziare competenze cognitive, comportamentali e comunicative, favorendo così un generale miglioramento delle condizioni di vita, una maggiore consapevolezza di sé e il recupero di abilità da esprimere. Un centro di salute mentale che si trasforma in laboratorio teatrale, con pazienti che vanno in scena insieme a operatori sanitari, volontari, attori, musicisti, è una realtà all’insegna dell’integrazione e al di là dei pregiudizi che spesso ancora circondano chi soffre di malattie mentali. «Spesso si pensa ancora che la malattia mentale significa solo malessere e sofferenza. L’esperienza del laboratorio teatrale dimostra – spiegano gli operatori dell’associazione Chimera - che si può star bene, insieme agli altri, non solo sul palcoscenico ma anche nella vita reale».


 
La Scuola a Teatro


Castrovillari(Cosenza) – Il Teatro della Sirena (Libero Teatro Popolare d’Arte di Calabria Citra) e l’Associazione culturale Chimera, con il contributo del Comune di Castrovillari, presentano il progetto: La Scuola a Teatro (I° Rassegna didattico-ludica di Teatro per Bambini e Ragazzi) che si terrà a Castrovillari, presso il Teatro Sybaris, dal 6 maggio al 14 giugno prossimi.

Il teatro come gioco, ma anche il gioco del teatro e soprattutto il teatro che si mette in gioco: questo è lo spirito che animerà la rassegna, per avvicinare le giovanissime generazioni all’arte e alla cultura. Concepire la “mess’in scena” come “mess’in gioco” è alla base del lavori che saranno rappresentati. Un teatro essenzialmente ludico, nel quale il bambino ed il ragazzo, oltre ad apprendere tecniche ed aspetti della messinscena, in un grande momento di aggregazione, socializzazione e responsabilizzazione, possano dare spazio alle proprie fantasie, sfogo alle proprie esuberanze, espressione e colore ai propri sentimenti.

Fonte: http://www.lameziaoggi.it/cosenza/2015/05/05/castrovillari-la-scuola-a-teatro/ 


 
Pollino Film Festival. Si parte il 12 ottobre

CASTROVILLARI – Partirà il 12 ottobre la prima edizione del Pollinofilmfestival rassegna a tematica ambientale. La manifestazione organizzata dall’associazione culturale Chimera in collaborazione con Club Alpino Italiano  Sez. di Castrovillari, il Gruppo Archeologico del Pollino ,l’associazione di promozione sociale EMYS (gruppo autonomo di base del CTS)di Castrovillari e la Parrocchia di San Francesco avrà il contributo del Parco Nazionale del Pollino.  La Natura è l'emblema più rappresentativo della diversità, intesa come imperdibile ricchezza. Si è quindi pensato a un festival sull’ambiente, un festival per la sostenibilità ambientale  dedicato all’educazione ecologica. 

Leggi tutto...
 
Castrovillari tra teatro, sacro e solidarietà

Nel segno della solidarietà, per alleviare il disagio e far apprezzare un lavoro di tutto rispetto, finalizzato a coinvolgere e far capire la Bellezza della dedizione.

A partire da queste esigenze l’Associazione culturale “Chimera”, con il patrocinio del Comune, presenta alla città di Castrovillari, nella sala “Varcasia” della Parrocchia di San Francesco, ispiratrice ques’ultima dell’iniziativa,  


Leggi tutto...
 
Il Nuovo Arrivato di Fabio Pellicori e Gianfranco Longo in finale al premio cinematografico L'immagine del Suono

Il nuovo arrivato di Fabio Pellicori e Gianfranco Longo in finale al premio cinematografico " L' Immagine Del Suono " sezione Risate Sonore. Seconda finale del contest per Fabio Pellicori, che l’anno passato aveva partecipato alla prima edizione del contest con il corto di L. Valente e Mauro Zinghini dal titolo La marcia degli accattoni, con colonna sonora la canzone omonima scritta da Ennio Morricone per il celebre film Giù la testa  di Sergio Leone. Edizione fortunata, la prima,  per l’attore castrovillarese, che, oltre a lavorare fianco a fianco con Gildo De Marco (interprete anche de Il tram di Dario Argento, I quattro dell’Ave Maria di Giuseppe Colizzi, Lo chiamavano Trinità di Enzo Barboni, etc.), ha visto vincere al corto in cui era presente il premio del Contest e il premio miglior attore e miglior attrice a tutto lo staff artistico del lavoro di Valente e Zinghini.


Leggi tutto...
 
Calendario
<<  Novembre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Anteprima Video
Gestione Newsletter


Nome:

Email: